· 

Ragazzina di soli 12 anni perde la vita per un'allergia al latte

Maria Vittoria Salvatori
Maria Vittoria Salvatori

La ragazzina è morta tra le braccia del padre a seguito di un'allergia al latte dopo quella che sembrava un'innocua serata in pizzeria.

E' accaduto in Veneto, in una piccola cittadina del comune di Villorba. dopo avere mangiato una  pizza in una pizzeria di Visnadello, Maria Vittoria ha accusato un malore causato da un'allergia al latte, che le è stata fatale, e che l'ha strappata da questo mondo prematuramente ed in pochi minuti. Inutili le disperate corse dei genitori e le cure prontamente apprestate a Maria Vittoria che purtroppo non ce l'ha fatta. La bambina era allergica alle proteine del latte fin dalla nascita, e dopo avere mangiato la pizza si è sentita poco bene e ha chiamato la mamma, che una volta arrivata a casa le ha somministrato subito le medicine e dopo poco Maria Vittoria si era sentita meglio, ma tuttavia dopo pochi minuti ha cominciato a peggiorare tanto che i genitori hanno dovuto chiamare il 118. I sanitari accorsi sul posto hanno fatto tutto il possibile per contrastare la grave crisi respiratoria causata dal grave shock anafilattico ma ogni tentativo si è purtroppo rivelato vano.La piccola era a conoscenza dell'allergia, e infatti prestava molta attenzione ai cibi che mangiava, e a quanto pare anche i titolari della pizzeria che conoscevano bene la famiglia, ma a volte basta anche una piccola contaminazione dell'allergene per causare uno shock anafilattico. Infatti già altre volte Maria Vittoria aveva subito un simile incidente: ma in questo caso non c’è stato purtroppo nulla da fare, a differenza di quanto era avvenuto ad esempio solo un mese prima, durante una vacanza della famiglia in Egitto, dove le tempestive cure le avevano salvato la vita.Purtroppo questa volta non è stato possibile fare nulla: la bimba è infatti morta tra le braccia del padre, mentre implorava il suo aiuto perché non riusciva più a respirare.Purtroppo ogni anno muoiono in Italia almeno 40 persone a seguito di shock anafilattici causati da allergie alimentari, spesso rimaste sconosciute fino al momento della tragedia, ma in questo caso tutto il personale della pizzeria era stato informato, e per questo la notizia ha causato stupore e ovviamente un dolore immenso per la famiglia della piccola Maria Vittoria e per l'intera comunità. Purtroppo tra i giovani è poco usata la penna salvavita, una iniezione contenente adrenalina e che viene utilizzata solo da un minore allergico su mille.Solo in Italia due milioni di persone, pari al 3,5% della popolazione, soffrono di allergie e tra le più diffuse vi è proprio quella al latte vaccino.