· 

Quel killer silenzioso chiamato aneurisma

Prevenire l'aneurisma

È un killer silenzioso che spesso non lascia via di scampo ma a volte se ne puo' uscire e tornare ad una vita normale: stiamo parlando dell'aneurisma cerebrale. Può accadere in un attimo oppure andare avanti per settimane e sarebbe importante poterlo diagnosticare per tempo, perchè poche persone colpite da aneurisma cerebrale ce la fanno. Può presentarsi con mal di testa o sensazione di formicolio al volto e sensibilità alla luce, e purtroppo c'è poca consapevolezza riguardo a questo problema e si tendono a sottovalutare i sintomi perchè non si conoscono.Conoscerli è invece  importante perchè ci può salvare la vita. Vediamo di saperne di più su questo killer silenzioso.

 

Che cos'è un aunerisma cerebrale?

È un problema che coinvolge la parete di uno dei vasi sanguigni del cervello, che presenta una fragilità che con il flusso sanguigno fa formare un rigonfiamento che alla fine può rompersi e causare la fuoriuscita del sangue nel tessuto cerebrale.Fino a quando non si verifica una rottura, molte persone possono avere un aneurisma e non avere alcun sintomo, quindi non se ne accorgono.E molti aneurismi non si rompono, quindi ci si può convivere tutta la vita senza saperlo a meno che non ci si sottoponga a una TAC. Non tutti i pazienti che hanno un aneurisma vengono trattati a meno che non vi sia una familiarità di aneurismi che sono andati incontro a rottura.

Che cosa succede quando si rompe

Quando un aneurisma si rompe, il sangue può fuoriuscire per alcuni secondi, ma si forma di solito quasi immediatamente un piccolo tappo piastrinico.Alcuni pazienti possono subire piccole perdite di sangue nei giorni o nelle settimane successive all'evento, e questa perdita è molto pericolosa perchè i tessuti cerebrali richiedono un rifornimento di sangue costante. Inoltre, la pressione all'interno del cranio, aumenta.Sia la pressione che la mancanza di sangue sufficiente causata da un aneurisma rotto possono portare rapidamente all'incoscienza e alla morte.Infatti, di solito dal 30 al 50% di pazienti cui si rompe un aneurisma nel cervello, muore immediatamente. 

I sintomi

Il sintomo più comune è un terribile mal di testa, che i pazienti sopravvissuti descrivono come se fossero stati colpiti da un fulmine.Il mal di testa può essere accompagnato da rigidità del collo, formicolio al volto, e possono intervenire convulsioni, sensazione di debolezza agli arti, visione sfocata o doppia e estrema stanchezza.Ma quello che rimane il principale segno distintivo è il mal di testa lancinante che compare all'improvviso e che non andrebbe mai sottovalutato.Anche se il mal di testa può colpire l'intera regione cerebrale, di solito, nella maggior parte dei pazienti è focalizzato dietro agli occhi.

 

Che cosa si può e si dovrebbe fare?

Se tu o qualcuno che conosci ha i sintomi che abbiamo appena descritto, la cosa migliore da fare è quella di non perdere tempo e chiamare immediatamente un'ambulanza.L'aneurisma richiede procedure immediate e se si interviene tempestivamente se ne può guarire anche se è un evento particolarmente pericoloso.Il cervello è un organo molto sensibile e delicato, ma a volte il trattamento immediato dell'aneurisma può salvarci la vita, e sebbene c'è chi subirà un danno permanente ci sono anche molti pazienti che ritornano ad una vita normale.La prevenzione e la conoscenza dei sintomi è sempre l'arma migliore che abbiamo e non deve portare al panico perchè l'aneurisma è comunque un evento raro, ma alla consapevolezza che un sintomo improvviso e sconosciuto richiede sempre un intervento medico.Perchè la salute non andrebbe mai trascurata.