· 

Come iniziare la dieta cheto senza perdersi per strada

Hai deciso di iniziare la dieta Keto e non sai come seguirla e come preparare i pasti? Vediamo di darti una mano.

Come seguire la dieta ketogenica

Dimagrire con la Dieta Keto

Hai deciso  di seguire la Dieta Keto, vuoi dimagrire e non vedi l'ora di iniziare, ma non sai da che parte cominciare? La dieta Keto può non essere facile da affrontare in quanto ti fa tagliare di netto tutti i carboidrati, e per quanto efficace è un regime piuttosto restrittivo.  Inoltre, soprattutto se sei abituata a mangiare molte farine raffinate cibi spazzatura ti sarà ancora più difficile, ma difficile non vuol dire impossibile.Prenditi il tempo per iniziare, scriviti la lista dei cibi che devi togliere (tra cui alcuni frutti e verdure a indice glicemico più alto), sbarazzati di tutte le tentazioni che hai in casa, pulisci la dispensa e riforniscila solo con i cibi che puoi mangiare, così sarà più facile non cadere in tentazione.Se hai altre persone in casa avrai bisogno di maggiore forza di volontà perchè non potrai imporre a tutti il tuo nuovo regime alimentare.Pronta ad iniziare? Preparati il menù per la settimana e pensa anche agli snack e a tenere pronto sempre qualcosa da mangiare al volo quando la fame prenderà il sopravvento. Più cibi Keto hai in casa e più facile sarà seguire la tua dieta.

Tieni a disposizione i grassi sani permessi come avocado, olive, noci , mandorle, noci di macadamia, semi di zucca, olio di cocco e di oliva. Rifornisci la dispensa di alimenti proteici tra cui uova, salmone, pollo e tacchino, e acquista delle buone proteine in polvere da mescolare a latte magro o latte di soia non zuccherato per uno spuntino o un pasto veloce, o anche per aggiungerle a una minestra di verdure per una cena leggera. Fai scorta di verdure pre-tagliate e lavate in modo che non debba avere la scusa che non hai tempo di lavare e preparare le verdure, e compra  dosi massicce di broccoli, zucchine, e insalate. Tieni in casa anche delle verdure surgelate, latte di cocco e  frutti di bosco congelati per  farti un frullato veloce e salutare.

La Dieta Keto non dà risultati immediati

Quando inizi questo tipo di dieta, affronti un grande cambiamento, quindi assicurati di essere mentalmente pronta.Se lo stai facendo perchè vuoi e devi perdere peso, tieni sempre a mente il tuo obbiettivo e attieniti ad esso senza perdere la motivazione. Ogni volta che sentirai di volere sgarrare, prima di farlo, datti qualche minuto per pensare se vuoi rimanere grassa o se vuoi invece perdere peso come ti eri preposta, e poi decidi, ma almeno sarai responsabile delle tue scelte. Soprattutto all'inizio non dovresti concederti alcuno sgarro o il tuo corpo non entrerà in chetosi e tutti i tuoi sforzi saranno vanificati, perchè la Keto non è il tipo di dieta che puoi mollare e ricominciare a giorni alterni.La chetosi infatti, è quello stato metabolico in cui il corpo comincia a bruciare i grassi per trarre l'energia che non trova più negli zuccheri, quindi devi darti del tempo e non sgarrare.Quando avrai raggiunto i risultati, potrai piano piano reintrodurre qualche carboidrato, un bicchiere di vino, o qualcosa che ti piace ma non nel primo periodo.E' solo un momento transitorio, ma se non sei preparata mentalmente rischi di mandare tutto in fumo.

Come rapportarsi con la famiglia

A volte la parte più difficile di seguire una dieta è  quella di relazionarsi con i componenti della tua famiglia.Non potrai imporre agli altri il tuo regime e allo stesso tempo potresti essere tentata dagli alimenti che gli altri membri della famiglia porteranno in casa.Poi ci sono le amiche che magari ti offriranno il dolcetto, dicendoti "ma dai che vuoi che sia per una volta?" e che tenteranno di sabotare la tua dieta.Ti servirà determinazione e fermezza nel rispondere che in questo momento hai deciso di fare qualcosa per te e che non intendi smettere. In poche parole, ringrazia ma non cedere.Un altro consiglio che possiamo darti è quello che se devi cucinare per il resto della famiglia ti conviene preparare dei pasti keto abbondanti e  i carboidrati dosati per gli altri, facendo in modo che non avanzi nulla per te. Per esempio cuoci abbondante carne e verdure per tutti e poi metti per gli altri del riso, o  della pasta o patate, ma tu stanne lontana!

Può essere una buona dieta ma non per tutti

 La dieta cheto funziona ma richiede del tempo affinchè se seguita correttamente, il tuo corpo entri in chetosi e cominci a "mangiare" il tuo grasso. Secondo studi recenti viene anche consigliata  per ridurre le convulsioni in pazienti epilettici, e sembra che possa ridurre gli effetti dell'invecchiamento.Altri studi suggeriscono anche che questo regime alimentare abbia proprietà anti-infiammatorie e anti tumorali. Se la segui per perdere peso, devi sapere  però che la Dieta Keto può anche avere degli effetti collaterali. Il primo è che potresti facilmente riprendere il peso che hai perso appena ricominci a mangiare i carboidrati.In più se la segui per sempre e non la segui correttamente potresti essere maggiormente esposta al rischio di sviluppare malattie cardiache e diabete. Se invece hai già il diabete, che sia di tipo 1 o 2, dovresti seguirla solo dietro consiglio e supervisione del medico nutrizionista. Infine, tieni presente che questo regime alimentare può farti sentire peggio prima di sentirti meglio. La cosiddetta "influenza cheto" che si può avere quando appunto si comincia ad entrare in chetosi, include svariati sintomi fisici e emotivi, tra cui crampi, stitichezza,nausea, stanchezza, e sbalzi d'umore. Questo avviene perchè il tuo corpo si sta adeguando al cambiamento e il tuo metabolismo sta utilizzando il grasso come principale combustibile. Per minimizzare gli effetti collaterali dovresti bere molta acqua e utilizzare del sale iodato per mantenere in equilibrio i tuoi elettroliti perchè durante la fase cheto il tuo corpo rilascia meno insulina e i reni devono lavorare di più.Quando si segue una dieta Keto è inoltre consigliabile assumere un integratore multivitaminico e dei sali minerali per aiutare l'organismo ad adattarsi. Se sei seguita da un nutrizionista sarà consigliarti i dosaggi opportuni. L'unica cosa che dovrai controllare è che gli integratori che assumi siano privi di qualunque fonte di zucchero.