· 

5 soluzioni per fronteggiare l'ansia da coronavirus

Se l'ansia da coronavirus sta diventando eccessiva e si sta trasformando in panico, vediamo 5 soluzioni per affrontare la situazione cercando di mantenere la calma.

5 soluzioni per fronteggiare l'ansia da coronavirus

Hai l'ansia per il coronavirus?

È  praticamente impossibile nell'ultimo periodo non sentire la parola coronavirus, perchè i social, le televisioni e le persone ne parlano continuamente, e d'altra parte la situazione in Italia è realisticamente drammatica.Ma il vero problema è che se ne parla sempre e se ne parla troppo, e si parla di misure preventive, di disinfettanti, e si finisce nel panico che è inutile, e porta alle azioni insensate cui stiamo assistendo, come  svuotare i supermercati per la paura, o comprare scorte di disinfettanti superiori a quelle che effettivamente ci servono lasciando altre persone senza, tanto che molti strumenti protettivi, indispensabili soprattutto per le categorie a rischio e per il personale sanitario sono diventati pressochè introvabili. Se accendiamo un telegiornale, ormai il coronavirus è l'unica notizia di cui si parla continuamente, e questo naturalmente contribuisce a diffondere il panico, ed è ancora più deleterio per chi soffre d'ansia a prescindere dal coronavirus.

I timori per il coronavirus non sono certamente infondati, infatti secondo l'ultimo rapporto dell'OMS oltre 90.000 persone in tutto il mondo sono state contagiate, e di queste oltre 7000 solo in Italia, dove il virus si sta diffondendo molto rapidamente, anche a causa del comportamento irresponsabile di molte persone che non seguono le misure preventive suggerite per la popolazione.

 

CORRELATO: Il coronavirus è peggio dell'influenza? Ecco le due malattie a confronto

Anche se sappiamo che in realtà il rischio di contrarre il COVID-19 è tutto sommato basso per la maggioranza della popolazione, tutte le informazioni che riceviamo costantemente non aiutano a contenere l'ansia di molti.E l'ansia è anche aggravata dal fatto che non si conosce bene l'epidemia che stiamo fronteggiando e che di questo virus si sa ancora ben poco.E proprio perchè non si conosce è costante e continuo l'aggiornamento che viene dato dai media, giornali, web e televisioni.

Chi soffre d'ansia ha già paura di eventi inesistenti, quindi in questo caso l'ansia può diventare davvero incontenibile, perchè si ha a che fare con qualcosa che non si può nè vedere nè tantomeno controllare.Detto ciò, l'ansia per il coronavirus è giustificata e comprensibile, ma se non è possibile controllare il futuro dell'evoluzione del virus, è certamente possibile controllare le nostre reazioni cercando di razionalizzare la situazione e di mettersi più al sicuro possibile. Vediamo insieme 5 cose che puoi fare per controllare l'ansia e non andare nel panico.

1.Valuta la tua salute e l'effettivo rischio di contagio

Cerca di diventare proattiva per quello che riguarda la tua salute (e l'ansia conseguente) valutando il tuo personale rischio di contrarre il virus. Questo significa valutare i casi che si sono sviluppati nella tua zona e nella comunità di persone che frequenti, i viaggi che hai fatto (se li hai fatti) in zone particolarmente a rischio, se hai avuto contatti con persone ammalate e se hai problemi immunitari preesistenti o problemi respiratori che potrebbero realmente metterti a rischio di complicazioni nel caso in cui dovessi contrarre il virus. Fare questo ti permetterà di limitare l'ansia, perchè ti darà un senso di controllo sulla tua salute e sulla tua personale suscettibilità ala malattia.razionalizzando e partecipando attivamente e responsabilmente al controllo della tua salute.

 

2.Evita di stare incollata ai telegiornali

Conoscere è importante soprattutto per seguire le regole e l'evoluzione dell'epidemia in corso, ma questo non vuol dire aggiornarsi in continuazione sul numero di casi, morti e contaminazioni, perchè questo non ti aiuterà a cambiare la situazione. Insomma, non ti aiuta stare incollata tutto il giorno al telegiornale, o leggerti tutte le notizie sul web e sui social, che sono anche pieni di fake news e teorie complottistiche esagerate.Limitati al massimo ad un telegiornale al giorno e ascolta solo fonti di notizie affidabili altrimenti non farai altro che aumentare i tuoi livelli di ansia.Leggi giornali affidabili, e evita tutti i social e quanti speculano sul coronavirus solo per scrivere qualcosa o guadagnare qualche fetta di popolarità.Per quanto riguarda il monitoraggio di possibili focolai nella tua regione, attieniti alle fonti fidate, vai sui siti delle regioni e della protezione civile e leggi il quotidiano più affidabile della tua zona ma non andare oltre.

3.Razionalizza il fatto che avere paura del coronavirus è normale

Il coronavirus fa paura ed è normale, quindi accetta il fatto che avere un po' di ansia è assolutamente accettabile, ma non ingigantirla, andando ad alimentarla con le continue letture sul coronavirus.

E parlane il meno possibile, perchè più ne parli e più il tuo livello di ansia salirà anche se sul momento ti può sembrare l'opposto.Insomma, non ingigantire le tue paure, e se proprio senti il bisogno di parlare vai da uno psicoterapeuta che potrà suggeriti delle strategie comportamentali adeguate.

 

4.Segui le regole e tutte le misure preventive suggerite

Se ti senti in preda al panico ogni volta che vedi uno sconosciuto  che indossa una mascherina in pubblico ricordati che indossare mascherine per i non addetti ai lavori, o per chi non è già malato è pressochè inutile.Quello che invece è utile è seguire le misure preventive diffuse dalla protezione civli, dall'OMS e dal Ministero della Salute.In breve ecco quello che devi fare:

  • Cerca di evitare il contatto ravvicinato con le persone malate.
  • Cerca di evitare di toccarti gli occhi, il naso e la bocca.
  • Pulisci e disinfetta oggetti e superfici frequentemente toccati utilizzando un normale spray per la pulizia domestica o un panno.
  • Lavati spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi, soprattutto dopo essere andata in bagno, prima di mangiare e dopo esserti soffiata il naso, tossito o starnutito. (Se non sono disponibili acqua e sapone, usa un disinfettante per le mani con almeno il 60% di alcol).

Fare tutte queste cose può aiutarti a sentirti più in controllo della situazione, e questo ti aiuterà a placare l'ansia.

5.Ricordati che stai facendo del tuo meglio e che non puoi fare altro

Se ti accorgi che stai iniziando a pensare al coronavirus e stai entrando in ansia, utilizza una tecnica di consapevolezza per allontanare i pensieri che ti scatenano l'ansia.Guardati intorno, riconosci di essere in un luogo sicuro,come la tua casa, e ricorda a te stessa che stai facendo tutto quanto previsto, e del tuo meglio.Ricordati inoltre che stai pulendo e disinfettando i tuoi spazi al meglio e che non sei l'unica persona che sta affrontando questo problema.Distrai la mente osservando qualcosa, come un oggetto sulla tua scrivania, e focalizzati sulle cose che stai facendo, portando l'attenzione sul tuo respiro.Se riuscirai a distrarre la mente sarai anche in grado di spezzare il circolo vizioso dei pensieri negativi, che se alimentati, ti porteranno all'ansia e al panico. Se nonostante i nostri suggerimenti, invece l'ansia non si placa, e interferisce con le tue capacità di affrontare la vita quotidiana, considera la possibilità di andare a parlare con uno psicoterapeuta per una breve terapia comportamentale che ti servirà adesso e nel futuro per fronteggiare qualsiasi altra situazione.