· 

Cosa devi fare se pensi di potere avere contratto il coronavirus

Se pensi di avere contratto il corona virus, la prima cosa che devi fare è quella di non farti prendere dal panico. E poi chiama il tuo medico curante.

Cosa devi fare se pensi di avere contratto il coronavirus

Pensi di avere il coronavirus?

Purtroppo i casi di COVID-19 in Italia  continuano ad aumentare e con essi cresce anche la paura e l'ansia e la paura di essere stati contagiati. Ma cosa fare se temiamo di essere stati contagiati? Valuta i tuoi sintomi e chiama il medico senza farti prendere dal panico perche in ogni caso non potrà esserti di alcun aiuto. Se hai tosse, febbre o difficoltà respiratorie, chiama il tuo medico che ti saprà dare indicazioni, ed evita di recarti al pronto soccorso perchè non solo rallenteresti il lavoro del personale sanitario già oberato, ma se non hai il coronavirus, e hai solo una comune influenza stai per recarti in uno dei posti dove potresti avere più probabilità di contrarlo.Il tuo medico ti informerà sui sintomi e valuterà anche il tuo rischio che è correlato alla tua possibile vicinanza con persone già infette, o a viaggi effettuati nelle zone a rischio.I test si possono fare, ma è inutile fare il tampone se il medico non lo ritiene opportuno, anche perchè il rischio di contrarre il COVID-19 se non ci sono fattori di rischio è basso.

 

Cosa fare se pensi di avere contratto il coronavirus

Se hai sintomi che potrebbero essere correlati al coronavirus, quali tosse, febbre, o difficoltà respiratorie, e ritieni di essere stato esposto al virus, il primo passo che devi fare è quello di chiamare il tuo medico curante e di evitare di andare al pronto soccorso. Questo perchè in caso dovessi essere positivo, eviterai di diffondere il virus e allo stesso tempo consentirai ai sanitari di prendere tutte le precauzioni necessarie.Se vai dal tuo medico in ambulatorio, o comunque se vai in un ambulatorio per qualsiasi altra ragione, ti consigliamo di indossare una mascherina( questo perchè nel caso in cui tu fossi positivo eviterai di contagiare altre persone, mentre la mascherina è assolutamente inutile come fattore preventivo se sei in buona salute).Solo il tuo medico potrà valutare i sintomi e tutti i  tuoi personali fattori di rischio epidemiologico, tra cui se hai viaggiato nelle aeree a rischio, o se hai avuto contatti con persone affette da coronavirus nei 14 giorni precedenti all'esordio dei sintomi.

CORRELATO: Come si diffonde il coronavirus?

Solo il medico, una volta valutata la tua personale situazione ti potrà indicare se e come eseguire il tampone  e altri eventuali esami volti anche a escludere la presenza di altre patologie che possono avere sintomi in comune con il COVID-19.

Come viene fatto il test

Se il tuo medico ti dovesse considerare a rischio potresti essere sottoposto ad un tampone alla gola che sarà poi inviato ad una struttura specializzata per la valutazione. Il tampone raccoglierà un campione dal tratto respiratorio, di solito dalla gola e i tecnici di laboratorio specializzati determineranno poi se il campione prelevato sarà positivo o negativo, in circa 24 ore.

Finchè non avrai il risultato sarai tenuto in quarantena, e se il test dovesse poi rivelarsi positivo sarai monitorato o ricoverato in base ai sintomi e alle tue condizioni di salute preesistenti.Potresti essere ricoverato o  potrebbe esserti richiesto di rimanere semplicemente a casa  e seguire le istruzioni che ti saranno fornite dal personale sanitario, fino a quando non sarai più considerato un rischio per la diffusione del virus ad altri.