· 

La situazione attuale del COVID-19 nel mondo

L'OMS ha aggiornato il livello di minaccia globale di COVID-19 da “alto” a “molto alto".

La situazione attuale del coronavirus nel mondo

Aggiornamento sul COVID-19

In una conferenza stampa che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha tenuto venerdì scorso, è stato confermato che la nuova malattia da coronavirus, COVID-19, potrebbe raggiungere la maggior parte dei paesi "se non tutti" in tutto il mondo e che sta diventando ogni giorno sempre più estesa. Per questo motivo, il livello di allerta dell'OMS è passato da "alto" a "molto alto".

I dati più recenti forniti dall'OMS in un Rapporto sulla situazione pubblicato il 5 marzo mostrano che in tutto il mondo, ci sono attualmente 95.333 casi confermati di COVID-19, 241 dei quali sono stati diagnosticati nelle 24 ore precedenti il rapporto. Di questi casi, 80.565 sono in Cina, dove 3.015 persone sono morte a causa della malattia. Al di fuori della Cina, il COVID-19 è stato confermato in 85 altri paesi, territori e aree, e ha colpito 14.768 persone, 267 delle quali sono morte, e come sappiamo nelle ultime ore i morti in Italia sono oltre 350 e i casi di contagio hanno superato i 7000.

CORRELATO: 12 miti sul coronavirus, e cosa è vero e cosa è falso

Nonostante l'aumento dei casi e il livello di minaccia globale, il COVID-19 non ha ancora raggiunto lo stato di pandemia. Se dovesse diventare pandemia, questo equivarrà a dire che ogni essere umano presente sul pianeta sarà esposto al virus, ma ancora non è così.

Secondo il Dr. Ghebreyesus, il Direttore generale dell'OMS, il nostro più grande nemico in questo momento non è il virus stesso, ma la paura e la stigmatizzazione.E ha anche chiarito che molti paesi stanno ancora contenendo il virus, come può essere dimostrato dal fatto che almeno 23 paesi hanno solo un singolo caso di coronavirus.In definitiva, la conoscenza è potere quando si tratta di proteggersi e prevenire la diffusione del coronavirus. Mentre l'OMS raccomanda che i paesi di tutto il mondo siano adeguatamente equipaggiati con unità di isolamento, forniture mediche e altre attrezzature vitali, ci sono una serie di cose che puoi fare personalmente per aiutare la lotta globale contro la pandemia e la diffusione del COVID-19.

CORRELATO: Cosa sapere sul tasso di sopravvivenza del coronavirus e quante persone sono morte a causa della malattia

Innanzitutto, è importante conoscere i sintomi, che includono tosse, febbre e respiro corto o affanno. Ulteriori indagini sulla malattia hanno anche scoperto che il coronavirus può causare diarrea o vomito uno o due giorni prima dello sviluppo della febbre e dell'affanno.Inoltre, tieni presente che i sintomi possono insorgere entro giorni o fino a due settimane dopo l'esposizione, il che significa che un individuo è contagioso già prima di avere qualsiasi sintomo.

Ovviamente dovresti anche capire come si diffonde il coronavirus. Secondo il più recente rapporto settimanale sulla morbilità e mortalità del CDC, il COVID-19 si diffonde da persona a persona principalmente attraverso la trasmissione respiratoria, essenzialmente entrando in contatto con goccioline respiratorie dalle tosse e starnuti di coloro che sono infetti. Un metodo di contrazione meno probabile ma ancora potenziale è se una persona tocca una superficie o un oggetto contaminato dal virus e poi si tocca la bocca, il naso o gli occhi. Altri modi in cui il coronavirus può diffondersi sono attraverso la trasmissione fecale, oltre alla contaminazione attraverso il sangue di una persona infetta. Sebbene non sia necessario acquistare una maschera facciale, a meno che tu non sia un operatore sanitario , e quindi maggiormente esposto ad entrare in contatto con il virus, dovresti seguire tutte le strategie di prevenzione suggerite che sono poi anche le strategie di prevenzione dell'influenza.Se non ti senti bene, resta a casa; evita i contatti con persone malate, lavati spesso le mani e usa un disinfettante con almeno il 60% di alcol soprattutto prima di mangiare o dopo essere andato in bagno.Pulisci quotidianamente oggetti e superfici comuni, e tieni lontane più possibile le mani dal viso.