· 

Potreste non crederci ma un uomo di 32 anni si è dovuto recare al pronto soccorso perchè ha avuto un erezione durata ben 12 ore

Be' questo titolo potrebbe scatenare la fantasia sessuale di uomini e donne, e in effetti 12 ore potrebbero valere un inedito primo premio sotto le lenzuola, ma questa storia è reale...

Un uomo ha dovuto recarsi al pronto soccorso per un erezione durata ben 12 ore

Come è potuto accadere?

E il tizio in questione, non si è scatenato in una maratona erotica ma è finito all'ospedale.

Il problema? O meglio la causa? La marijuana. Anche se in alcuni stati è legale, non solo la marijuana è una droga, ma non è neanche del tutto innocua.E per gli uomini può avere un effetto collaterale inaspettato che se a leggerlo può scatenare fantasie erotiche (e non sarebbe male almeno per riprendersi un attimo dalle terrifiche notizie del coronavirus), per il tizio in questione ha rappresentato un problema.Infatti questa erezione decisamente troppo lunga lo ha fatto finire al pronto soccorso.In effetti è stato pubblicato in una rivista scientifica statunitense, e quest'uomo, un cittadino americano di 32 anni  che è finito all'ospedale ben 2 volte con lo stesso problema, ha avuto la prima volta un erezione di sei ore e la seconda una durata ben dodici ore! Quello che l'uomo ha riferito ai sanitari è che aveva fumato "erba" quasi tutte le notti negli ultimi sei mesi e l'erezione si era sviluppata dopo circa due ore dall'assunzione della droga. All'esame in effetti il suo pene risultava gonfio, duro e eretto.Esiste un nome per questa condizione che non sempre è legata all'uso di droga, ed è il priapismo. Si parla di priapismo quando si hanno erezioni che durano più di quattro ore e che non sono legate all'attività sessuale.Il priapismo può essere anche pericoloso ed è importante recarsi dal medico.Infatti, quando il sangue rimane per così dire "intrappolato" nel pene per più di 12 ore, i tessuti vengono privati dell'ossigeno e ne possono essere danneggiati, influenzando le future erezioni.

CORRELATO: Che cos'è il priapismo? 

L'uomo ha detto ai medici che non aveva alcuna malattia correlata ad un possibile sviluppo di priapismo, tra cui l'anemia falciforme, e che non aveva inoltre assunto alcun tipo di farmaco, nè per la pressione, nè psicofarmaci, nè tantomeno farmaci per avere un'erezione prolungata. Quindi l'unica causa che i medici hanno potuto trovare è stato il fumo della marijuana.E già da adolescente aveva avuto questo "problema", sempre dopo avere fumato marijuana. Aveva infatti avuto erezioni della durata di quattro ore, ma non era certo andato al pronto soccorso.La sua preoccupazione è salita quando i tempi dell'erezione dopo avere fumato si sono allungati arrivando al record di 12 ore.

Ma perchè si può avere questo problema fumando marijuana?

Secondo le ricerche, la prima causa sarebbe dovuta ai composti psicoattivi della marijuana che interagiscono con i recettori dei cannabinoidi e che possono influenzare l'erezione, agendo direttamente sui vasi sanguigni, e l'aspetto pericoloso della faccenda è che possono portare a sviluppare un coagulo di sangue, potenzialmente molto pericoloso.

CORRELATO: Qual è la dimensione media del pene, e cosa puoi fare al riguardo?

Per trattarlo gli è stato inserito un ago sottile nel pene contenente un farmaco decongestionante chiamato fenilefrina.E questo gli ha consentito immediatamente di trovare sollievo in quanto il suo pene è per così dire tornato alla condizione "di riposo".Non si sa poi cosa sia successo, e non ci sono molte ricerche in merito ma ovviamente gli è stata consigliata una visita urologica che chiunque soffre di priapismo dovrebbe fare, perchè per quanto un uomo (almeno fino alle 4 ore) potrebbe andarne orgoglioso, si tratta pur sempre di una patologia, e con possibili conseguenze , potenzialmente anche molto pericolose.