· 

Il corona virus peggiora la situazione in chi ha un disturbo post traumatico da stress e può anche provocarlo

Per chi ha un Disturbo Post Traumatico da Stress le conseguenze possono essere gravi, ma questo è ancora più vero durante una pandemia come quella che stiamo affrontando in questi ultimi mesi.

Perchè il corona virus può peggiorare il disturbo post traumatico da stress

Corona virus e disturbo post                traumatico da stress

Per tutti noi, anche se siamo in condizioni ottime di salute, convivere con la pandemia non è semplice e può creare ansia , ma in alcuni casi, soprattutto se si soffriva già di ansia prima del COVID 19 la situazione può essere più seria e l'ansia si può trasformare facilmente in panico.E nei casi peggiori si può manifestare un Disturbo post traumatico da stress.Ancora peggio se il Disturbo post traumatico da stress era già presente prima della pandemia, perchè in questo caso si possono manifestare crisi di pianto improvvise e questo è assolutamente un campanello di allarme che non andrebbe mai sottovalutato.Il Disturbo post traumatico da stress è purtroppo troppo spesso sottovalutato, e talvolta perfino negato,o non se ne parla abbastanza. La maggioranza dei casi di PTSD sono derivati da malattie potenzialmente letali, o correlati a interventi chirurgici, maggiori e gli effetti del PTSD relativi agli eventi medici possono abbassare la qualità della vita di una persona. Adesso con la situazione generale creata dalla pandemia è importante anche per i medici tenere conto di questo nei pazienti che sono affetti da disturbo post traumatico o ansia generalizzata, o altri eventuali problemi psicologici. Questa consapevolezza è importante sia per i medici sia per i pazienti, che al bisogno potranno ricevere le adeguate cure.Per alcune persone che hanno sperimentato malattie importanti questa pandemia può rappresentare un vero problema perchè se porta stress a molte persone ne porta maggiormente a chi ha già problemi pregressi di stress. E chi ha ha che fare con un disturbo da stress post traumatico può avere dei problemi che vanno ben oltre la semplice ansia che già di per se è un problema.Infatti, avere sperimentato traumi maggiori può creare grossi problemi di percezione di sè e delle proprie capacità di sopportare ulteriori traumi, e tutto questo in una pandemia viene fortemente amplificato.Detto questo il COVID-19, il senso di minaccia percepito e peraltro reale, nonchè l'isolamento sociale cui tutti siamo stati sottoposti e il cambiamento di vita che ancora stiamo sperimentando, oltre alle brutte notizie che affollano i media non aiuta certamente chi soffre di ansia o di stress. Tutte le immagini che vediamo, degli ospedali, dei morti, e i bollettini che leggiamo ogni giorno sulla situazione mondiale possono essere fattori che scatenano ansia, panico e possono essere maggiormente dannosi per chi ha a che fare con il disturbo post traumatico da stress.Se poi aggiungiamo l'incertezza sul futuro, il quadro è ancora peggiore.E per chi ha una malattia o ha sperimentato qualche malattia grave la paura può essere devastante in questo momento.Per questo consigliamo a chiunque sperimenti ansia di cercare aiuto tra i professionisti del settore, medici o psicologi e di farsi aiutare perchè non c'è nulla di male a chiedere aiuto.Non bisogna vergognarsi se ci sentiamo  a disagio, non bisogna tenersi dentro la paura o la frustrazione che avvertiamo.Dobbiamo permetterci di sfogarci, di piangere, di chiedere aiuto, perchè questo ci rende solo più umani ed è quello che siamo: esseri umani. Ma un consiglio valido è anche quello di evitare di leggere troppe cattive notizie e di stare alla larga dalle fake news e da tutte le teorie complottistiche che girano in rete, e se volete tenervi informati sullo stato della pandemia seguite solo le notizie provenienti dagli enti governativi preposti, dal Ministero della Sanità, e dall'OMS.Anche questo vi aiuterà a tenere lontana l'ansia.